• +55 22 99234-4808
  • ciao@ccitaliano.com.br
  • Rua General Osório, 248 - Centro, Nova Friburgo - RJ
  • Blog

    16 Maggio | Fondazione della Citta di Nova Friburgo

    Il 16 maggio si commemora la fondazione della città di Nova Friburgo. Per l’occasione, abbiamo chiesto ad un nostro carissimo alunno, Henrique Bon, medico e ricercatore sulla storia regionale, di scrivere un breve testo sulla fondazione della nostra città.

    Ecco di seguito il testo che lui ha gentilmente scritto per il sito del Centro Cultural Italiano in questa occasione.

    La fondazione di Nova Friburgo, come tutti sanno, deriva da un movimento migratorio di circa 2 mila svizzeri

    Henrique Bon

    La fondazione di Nova Friburgo

    La fondazione di Nova Friburgo, come tutti sanno, deriva da un movimento migratorio di circa 2 mila svizzeri che nel 1819 lasciano i cantoni di origine verso le montagne dell’interno dello stato di Rio de Janeiro. Questo esodo dalla propria patria ha come causa le crisi politiche e economiche avvenute in Europa subito dopo le guerre napoleoniche e specificamente in Svizzera ma è stato provocato anche dal maltempo che nel 1817 aveva reso impraticabile parte della produzione agricola.

    Stimolati da un trattato celebrato tra il Cantone di Friburgo e il governo lusobrasiliano, questi migranti sono scesi lungo il fiume Reno sino al litorale olandese dove, secondo le clausole precedentemente stabilite, già avrebbero dovuto aspettarli sette navi per realizzare traversata dell’Atlantico.

    Purtroppo questa parte dell’accordo non era stato osservato dagli organizzatori, e così la permanenza per un lungo tempo nei campi nell’umido litorale batavo avrebbe poi provocato il sorgimento di infermità che avrebbero ucciso, ancora in Europa, ma soprattutto durante il tragitto, quasi uno ogni quattro viaggiatori.

    I sopravvissuti a questo tragico viaggio sono arrivati in leve successive – man mano che le navi approdavano nella città di Rio de Janeiro – tra la fine del 1819 e l’inizio del 1820, all’antica fazenda di Morro Queimado, nella quale erano già state costruite cento case rustiche per riceverli. Queste case erano localizzate in quelle che oggi sono le piazze Marcílio Dias, Getúlio Vargas e Village. Questi tre nuclei hanno dato origine al villaggio che ha ricevuto il nome di Nova Friburgo, in ricordo dell’origine della maggior parte dei migranti.

    Pochi, intanto, sanno che tra questi numerosi svizzeri, c’era un piccolo gruppo di italiani, che appaiono pure come fondatori di quello che è oggi il sedicesimo comune dello Stato di Rio de Janeiro in numero di abitanti e undicesimo in estensione territoriale.

    Henrique Bon è medico e ricercatore sulla storia regionale. Nel 2002 ha pubblicato il saggio storico “Imigrantes” sulla migrazione svizzera; nel 2008 il romanzo “A noite dos peregrinos” e i libri di racconti “A primavera improvável” (2013), “A última vez que vi meu pai” (2016) e “A fronteira” (2017). Nel 2017 il suo romanzo è stato tradotto in francese.

    Deixe um comentário